Adeona: l’ultima spiaggia per recuperare un notebook

adeona

Salve!!! Oggi voglio occuparmi di sicurezza informatica. Generalmente, quando si parla di questo argomento, si è pronti a subire decine e decine di raccomandazioni riguardo a virus e antivirus, ma la sicurezza informatica non è solo questo.

La sicurezza informatica ingloba anche i fondamenti della sicurezza semplice. Un buon criptaggio dei dati, una ottima difesa da ogni tipologia di minaccia virtuale, non può nulla contro una minaccia reale e viceversa. Dunque è necessario tener conto di entrambi questi aspetti per un buon livello di sicurezza.

Se stiamo partendo per un viaggio in crociera, per evitare problemi, sarebbe meglio tenersi ben stretto il proprio portatile, e prepararsi anche al peggio installando Adeona.

Adeona è una applicazione gratuita ed open source che funziona senza bisogni di supporti o periferiche aggiuntive. Quando è avviata, Adeona lavora silenziosamente in background e riconosce automaticamente e dinamicamente il cambiamento di posizione analizzando la rete alla quale il nostro notebook si va connettendo.

In parole povere, Adeona scansiona ed analizza gli IP utilizzati e ne deduce la posizione reale ed attuale nel quale il nostro computer portatile si trova.

Subito dopo, queste informazioni vengono compilate, criptate e inviate al servizio di storage OpenDHT, la pagina dove sarà  sempre possibile conoscere la posizione del nostro computer. In tal modo, gli aggiornamenti di posizione, potranno essere sempre rintracciati anche tramite altri sistemi.

Ovviamente, un programma come Adeona, sviluppato e distribuito niente popodimeno che dall’Università  di Washington, non poteva non assimilare e divulgare altre informazioni, quali durata della connessione, indirizzi IP (interni ed esterni), punti di accesso più vicini all’attuale connessione ecc….

Utilissimo il sistema del filtraggio delle informazioni, che possono essere divisi tramite un intervallo di date. Disponibile per Windows, Linux e Macintosh, la versione per mac ha una caratteristica supplementare, poiché, tramite la sempre presente webcam, è possibile scattare delle immagini, individuando molto probabilmente il ladro).

Adeona si pone l’obiettivo di aiutare in maniera intelligente ed efficace chi ha smarrito un notebook, probabilmente perché rubato da malviventi. Come avrete notato però, con sistemi di monitoraggio simile il problema è sempre uno: un ladro furbo, che prima di avviare il computer o peggio ancora si colleghi ad internet, magari con la sua rete personale, formatta l’intero disco rigido, smantellando completamente ogni sicurezza che Adeona proponeva.

Se siamo invece “fortunati” ed incappiamo nello stupido ladro male informato, allora Adeona può essere una chance di recuperare il portatile.

Ora però, immagino che molti di noi non stavano pensando ai ladri quando hanno installato questa applicazione nel computer dei propri figli, mogli, fidanzate, mariti per vedere dove sono e cosa stanno facendo 😉

Link | Adeona

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *