Come installare Windows Vista Service Pack 1 in italiano anche in Windows Vista pirata


Salve!!! Poco tempo fa vi annunciai l’arrivo del Service Pack 1 per Windows Vista. Purtroppo non è ancora arrivata la versione in italiano, ma già sono state create delle patch che risultano utili per giungere all’obbiettivo.

Uno dei più semplici e funzionanti metodi per questo proposito è sicuramente quello che vi illustrerò di seguito, che avverrà utilizzando la patch Vista Loader ed è compatibile con le versione a 32 e 64 del recente SO di casa Microsoft:

Scarichiamo il Service Pack 1 OEM Wave da qui (questo service pack contiene anche la lingua italiana ed è un torrent, quindi bisogna utilizzare software come BitTorrent o uTorrent), e installiamolo nel nostro Windows Vista Ultimate genuino (solo la Ultimate è attualmente supportata) come se fosse un normale programma (prima dobbiamo scompattarlo in una cartella con programmi come 7-Zip).

Ora tocca alla patch VistaLoader, che possiamo scaricare da qui. Scompattiamo la patch dove vogliamo, e andiamo ad aprire come amministratore un Prompt dei Comandi (“Start” -> “Programmi” -> “Accessori” e poi tasto destro su Prompt dei comandi). Dobbiamo adesso scrivere nella nuova finestra del Prompt, il comando cd\directory_dove_avete_posizionato_la_patch (se abbiamo posizionato VistaLoader in C:, basterà digitare cd\ e così via; se abbiamo scompattato la patch in una cartella, di solito chiamata VistaLoader, che, ad esempio, si trova in C:\VistaLoader, allora basterà dare il comando cd\VistaLoader , entrando così nella cartella della patch) e diamo l’invio.

Eseguiamo adesso il comando Install, e riavviamo il pc per rendere effettive le modifiche. Così, anche se avessimo avuto una copia di Windows pirata, riusciremmo ad avere una copia valutata ancora come genuina (per essere sicuri dello stato della nostra licenza, possiamo andare in “Start” -> “Pannello di controllo” -> “Sistema“, oppure possiamo digitare, sempre dal Prompt dei comandi, il comando SLMGR.VBS -dlv).

Se Vista non risulta attivato, possiamo provare ad inserire, a seconda della nostra edizione, un codice seriale (non distribuito da Microsoft, ma funzionante per la patch) fra i seguenti:

Ultimate : 6F2D7-2PCG6-YQQTB-FWK9V-932CC
Business : 72PFD-BCBK8-R7X4H-6F2XJ-VVMP9
Home Premium : 8XPM9-7F9HD-4JJQP-TP64Y-RPFFV
Home Basic : 762HW-QD98X-TQVXJ-8RKRQ-RJC9V

Se abbiamo installato versioni precedenti a VistaLoader 2.20, allora dovremo prima rimuovere quest’ultima tramite il comando uninstall da sostituire all’install descritto sopra.

[Desclaimer: La guida vuole essere solo una dimostrazione della vulnerabilità del sistema. Non si intende in alcun modo incoraggiare la pirateria informatica.]

0 commenti su “Come installare Windows Vista Service Pack 1 in italiano anche in Windows Vista pirata”

  1. Ciao Euge! Stranamente quando ho importato il torrent dal mio Kubuntu a Google Page non ha letto il .torrent finale… ora ho messo un altro link con lo stesso torrent.

    Buon donwload =)

    Ciao!

  2. Anzitutto grazie per l’articolo.
    Volevo segnalare che il link che hai messo per scaricare il Service Pack 1 OEM Wave non funziona: cliccando si scarica un file di 14Kb che non si riesce ad aprire. Ci puoi dare istruzioni?
    Grazie ancora.

  3. HAHAHAHAHA! Microsoft diceva che dopo il SP1 nessuno poteva piu bypassae GVA e il suo muro di resistenza. Voglio proprio vedere che ha la Microsoft da dire adesso…

  4. No, poichè quelle key sono utilizzate per rendere il Vista genuino, ma non sono distribuite da MS, bensì sono state implementate per la patch dagli hacker/cracker come dir si voglia.

    Se la patch non funge allora si dovranno inserire quei codici.

  5. Si, segnaliamolo alla MS, così fa un’altra patch di protezione, e poi un’altra ancora per tappare i buchi della seconda, e poi una terza e una quarta etc, così spende un po’ di soldi, e ogni tre giorni comparirà sul pc un messaggio luminoso e lampeggiante a tutto schermo “attenzione! c’è un nuovo aggiornamento importante!” e la gente non ne potrà veramente più di passare le giornate ad aggiornare svista.

  6. Ciao “Anonimo”

    Se non hai capito il senso del post mi dispiace, ma cerco con questo commento di “illuminarti” : La guida vuole essere solo una dimostrazione della vulnerabilità del sistema. Non si intende in alcun modo incoraggiare la pirateria informatica.

    Non credo di stare violando alcunchè e anzi, faccio notare come sia semplice bypassare tutti i blocchi messi a difesa da Microsoft.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.