Criptiamo al volo una cartella con Cripty 3000


Salve!!! Per la categoria della sicurezza, oggi vi segnalo un ottimo software, Cripty 3000.

Cripty 3000 è un freeware, nato per proteggere un qualunque file con una password. Disponibile anche in italiano, Cripty 3000 si rende, con la sua interfaccia intuitiva e semplice, un software adatto a tutti i tipi di utenti, da quello esperto a quello più incapace.

Per utilizzarlo basta trascinare simbolicamente la cartella/file nell’interfaccia principale del programma e di conseguenza dare la conferma con la password che vogliamo inserire per evitare spioni.

Pesa solo 85 Kb ed è compatibile con Windows 9X/ME/NT/2000/XP (niente Vista purtroppo).

7 commenti su “Criptiamo al volo una cartella con Cripty 3000”

  1. @piero: mi spiace piero, ma non conosco un modo per ritornare indietro. Purtroppo, con programmi del genere, bisogna stare attenti nel criptare e decriptare.

  2. Per favore qualcuno mi aiuti.
    Ho criptato la cartella documenti e non riesco più ad aprirla.
    Voglio poter ritornare indietro ed eliminare Cripty 3000.
    Cosa devo fare? AIUTOOOOOOOO

  3. Beh, ho semplicemente fatto una prova di una cartella con 4 file; la prima cosa che ho notato è che la cifratura era “immediata”, un po’ troppo rapida, sopratutto se il contenuto della cartella era di centinaia di mega.
    Poi ho notato che facendo tasto destro “proprietà” sulla cartella cifrata, Windows riportava “una cartella con 4 file”, indicazione abbastanza chiara che i file fossero “ancora lì”, quindi ho notato che l’estensione è nel formato tipico di un GUID , che ho supposto fosse un “trucchetto” Microsoft per associare l’estensione direttamente ad un formato interno specifico, piuttosto che passare per la normale mappatura delle estensioni a determinate applicazioni.
    Alla fine, ho semplicemente provato un “rename”… con pieno successo. 😉

  4. Ciao Lapo

    Vorrei capire come sei arrivato a tale conclusione ;). Ti ringrazio della segnalazione di AxCrypt e spero di risentirti nel blog.

    Ciao

  5. ATTENZIONE: questo programma non cifra niente e non c’è alcun bisogno di sapere la password per recuperare i file!
    Tutto quello che fa è rinominare la cartella con una speciale estensione che dice a Windows “mostra qua il pannello di controllo”: basterà quindi un “rename” per togliere quell’estensione e poter accedere normalmente a tutti i file contenuti.
    La password, tra l’altro, è presente in chiaro nel registro di sistema.
    Un software altrettanto comodo da usare ma che, al contrario di Cripty 3000″ fa reale cifratura dei dati e che consiglio a tutti è AxCrypt.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.