Disabilitiamo tutte le funzioni di Windows Live Messenger che disturbano il nostro lavoro

Salve!!! Gli appassionati di Windows Live Messenger avranno installato vari add-on come Messenger Plus! Live o patch come la A-Patch, che permette anche di rimuovere il limite di trilli.

Purtroppo però, molti nostri amici o contatti, iniziano a mandare così tanti trilli che, oltre ad un bel mal di testa, ci manda in tilt il pc. Per evitare tutto questo, basterà disattivare la ricezione dei trilli.

Nessuna patch, nessun add-on da installare, l’opzione la fornisce Live Messenger di default. Andiamo in “Strumenti” -> “Opzioni“. Nella finestra appena comparsa, andiamo nella sezione “Messaggi” e qui deselezioniamo l’opzione “Consenti invio e ricezione di Trilli“.

Salviamo il tutto e vedrete come quando i vostri contatti cercheranno di disturbare con i trilli come noi non sentiremo nulla ;-).

Se poi invece il nostro amico ci riprova con i Messaggi Vocali, allora andiamo come prima nelle finestre delle configurazioni, e nella scheda “Protezione“, disattiviamo l’opzione “Consenti invio, ricezione e memorizzazione temporanea dei messaggi vocali nel computer“.

Se il vostro amico è davvero cattivo (per non dire altre parole), allora vi manderà anche delle animoticons che sballeranno il vostro pc e il vostro cervello all’unisono. Per neutralizzare quest’altro sconveniente e nefasto evento ;), dovrete allora disattivare nella scheda “Messaggi“, l’opzione “Riproduci le animoticon automaticamente alla ricezione“, in questo modo solo voi potrete decidere se avviare o meno la riproduzione.

Ora l’unica cosa che il vostro amico potrebbe fare per disturbarvi è venire a casa vostra ed autoinvitarsi per la cena 😉

Se invece non vogliamo ricevere le notifiche di chi si connette, di chi ci scrive e delle nuove mail in arrivo, disattiviamo le prime tre opzioni della scheda “Avvisi e Suoni“, presente nelle configurazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.