Polyglot riconoscitore di lingue

Salve!!! Molte volte capita, mentre si girovaga un po’ tutto internet, di fronte a particolari siti web dei quali non si conosce nemmeno la lingua. Per cercare di capire quale sia il linguaggio di un testo vi segnalo Polyglot.

Polyglot è un software freeware che riesce a riconoscere, datogli un testo, la lingua della frase. Forse non utilissimo, ma sicuramente semplice ed efficace.

Rendere la licenza OEM Vista 32 bit genuina con patch Paradox

Salve!!! Oggi vi presento il miglior metodo per rendere la licenza OEM di Vista genuina in 8 semplicissimi passaggi.

Iniziamo subito:

1) Installare Windows Vista senza inserire alcun seriale, ci verrà  chiesta quale edizone abbiamo acquistato, selezionatene una a vostro piacere (tenete conto dei requisiti minimi che sono salatissimi!!) e continuate l’installazione. Alla fine dell’installazione avremo il sistema operativo che ci darà  30 gg per attivare la licenza.

2) Scaricare la patch Paradox.

3) Decomprimiamo la patch nel desktop.

4) Disattiviamo lo UAC (User Account Control).

Per farlo bisogna andare su “Start” (il logo di Vista a sinistra), “esegui” (se il pulsante e segui non è presente su start, premere il tasto destro sulla barra delle applicazioni –> Selezionare la scheda “Menu Start” e fare clic su “Personalizza“. Nell’elenco delle opzioni per il menu Start selezionare la casella di controllo Comando Esegui e quindi fare clic su OK. Oppure, più semplicemente premere il tasto logo windows + R).
Scrivere “MsConfig” senza virgolette. Si aprirà  la finestra “Configurazione di sistema“. Ora selezionate la scheda “Strumenti“. Andiamo su “Disabilita controllo dell’account utente” e clicchiamoci sopra. Clicchiamo esegui.
Clicchiamo su OK su ogni eventuale notifica dell’UAC e poi riavviamo il pc.

5) Eseguiamo l’applicazione “OEMTOOL.EXE“, lasciamo selezionato ASUS (default) e clicchiamo “Install Emulation Driver“. Ora ci apparirà  un messaggio di conferma, clicchiamo OK. Riavviamo.

6) Posizioniamo il file ASUS.xrm-ms che si trova nella cartella CERTS in un luogo qualunque. Ipotizziamo che io abbia posizionato file ASUS.xrm-ms nella cartella “Windows” posizionata in C:

Andiamo di nuovo su “esegui” scrivendo il comando “cmd” (senza virgolette ovviamente!). Scriviamo poi SLMGR.VBS -ilc C:\Windows\ASUS.XRM-MS (sostituire C:\Windows con l’indirizzo del luogo nel quale avete posizionato il file ASUS.xrm-ms.
Questo si può vedere da cerca o più semplicemente facendo un clic sulla barra dell’indirizzo della cartella). Attendere qualche secondo che esca fuori un messaggio come nella seguente figura e cliccare OK.

7) Ora dobbiamo installare un product key OEM con il seguente comando, quindi apriamo esegui, e scriviamo la seguente sintassi : SLMGR.VBS -ipk e oem product key. Al posto di e oem product key dobbiamo inserire il seriale che trovate all’interno di PKEYS.txt. Dovrete quindi cercare il seriale della vostra edizione di Vista.
Ad esempio se ipoteticamente ho installato Vista Business edition dovrà  scrivere SLMGR.VBS -ipk 72PFD-BCBK8-R7X4H-6F2XJ-VVMP9. Se ho installato Windows Vista Ultimate edition dovrà  scrivere SLMGR.VBS -ipk 6F2D7-2PCG6-YQQTB-FWK9V-932CC e così via.

Aspettiamo qualche secondo fino a che non uscirà  un messaggio di conferma.

8) Controlliamo ora se la nostra licenza è iventata veramente genuina: quindi scriviamo su esegui il seguente comando: SLMGR.VBS -dlv. Aspettate qualche secondo e vedrete aprirvi una finestra nella quale, in basso, potrete accetarvi che lo stato di licenza sia concesso.

Questa guida è riferita solo al Windows Vista senza nessun service pack.

Disclaimer: La guida vuole essere solo una dimostrazione della vulnerabilità  del sistema, non si intende in alcun modo incoraggiare la pirateria informatica.

In arrivo il nuovo Gmail e Gmail 2.0

Gmail è stato lanciato il primo aprile del 2004 e grazie ai sui innumerevoli servizi (google reader, orkut, google calendar ecc…) sta rivoluzionando il modo di concepire la posta elettronica. L’interfaccia è rimasta praticamente sempre la stessa, ma ora, con milioni di account e di utenti in tutto il mondo, potrebbe subire una vera e propria rivoluzione.

Ora si aspetta che i tester (che non sono altro che alcuni dipendenti di “Big G”), finiscano di gustarsi la nuova gmail 🙂 . Sarà aumentato lo spazio email (arrivato già a 3 Gb). L’azienda di Mountan View ha promesso che sarà rilasciata a breve una nuova versione del proprio client di posta elettronica, che si chiamerà Gmail 2.0, il quale permetterà di accedere alla proprio posta anche offline. Un’altra novità dovrebbe riguardare la possibilità di controllare l’attività del vostro account.

Potrete verificare quando è stato effettuato un accesso, l’IP che l’ha effettuato e altri parametri per accertarvi che nessuno abbia avuto accesso alla vostra posta o semplicemente per ricordarvi quando avete effettuato l’ultimo accesso. Le nuove funzionalità dovrebbero essere accompagnate anche da una nuova interfaccia utente.