Come rimuovere limite dei trilli e pubblicità in Windows Live Messenger

Chi usa con molta frequenza Windows Live Messenger, sa bene quali sono le funzioni che stanno alla base del divertimento nel più usato (dopo Windows stesso, ovviamente) software in casa Microsoft. La prima e più “cool” è il trillo.

La vibrazione di tutta la schermata, può assumere dei risvolti divertenti ed inoltre desta l’attenzione di chi lo riceve, il quale dimentica di stare parlando con qualcuno e si rende conto che quel qualcuno gli sta parlando.

E’ il clacson delle automobili virtualizzato in WLM. Nella vita reale, in effetti, possiamo però premere il clacson quante volte ci pare, cosa che in messenger, almeno nativamente, non è possibile fare. Senza contare che in macchina non c’è quella odiosissima pubblicità rumorosa e semovente che circonda WLM.

Per rimuovere questi ed altri (innumerevoli) limiti, alcuni sviluppatori si sono ingegnati creando una interessante applicazione, A-Patch. Con questa interessantissima patch, bastano pochi click per andare ad aggiungere caratteristiche come il “polimorfismo“, ovvero la possibilità di connettersi con due o più account di Microsoft nello stesso tempo, al nostro messenger.

Ecco come funziona:

  • Scaricare la A-Patch adatta per la versione di WLM dal sito ufficiale;
  • Se aperto, chiudere Messenger;
  • Eseguire il setup e selezionare l’italiano (o qualunque altro linguaggi che ci aggrada);
  • Spuntare “Cerca aggiornamenti” e scaricare, qualora fossero presenti, le novità;
  • Cliccare su “Applica patch a Messenger” e trovare l’exe di Messenger dalla finestra di navigazione (di solito il tutto viene fatto dalla stessa patch);
  • Nelle schermate successive, selezionare tutte le modifiche che più ci aggradano (in primis il limite dei trilli, la rimozione della pubblicità ed il polimorfismo) e quindi concludere il processo di installazione;

Dopo aver completato il setup, basterà dare soltanto uno sguardo di sfuggita al nostro messenger per notare tutte le differenze.

Link ¦ A-Patch

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.