Flock, il browser sociale e altamente web 2.0


Salve!!! Nella battaglia dei browser si contendono il potere sostanzialmente tre browser, i più famosi e conosciuti nella rete, cioè Internet Explorer, Firefox ed Opera, anche se quest’ultimo risulta distante dagli altri due, è comunque un ottimo browser che si è distinto dalla massa.

Questi tre colossi però, coprono, se così si può dire, altri browser, che di certo sono meno conosciuti ma che offrono all’utente dei piccoli vantaggi da tenere in considerazione.

Un browser che sta venendo fuori e che oggi vi voglio segnalare è Flock, un “social web browser“, un browser sociale. In poche parole Flock riesce ad integrare in modo ottimale tutti quei servizi web 2.0 e community come Facebook, YouTube e Twitter offrendo inoltre senza far perdere l’utente in troppe configurazioni un ottimo lettore di Feed RSS. Tutto questo in una interfaccia che a prima vista può confondere l’utente, ma che dopo un po’ rivela le sue potenzialità.

Flock è gratuito, opensource, multi-piattaforma (è disponibile per Windows, Linux e Mac) e multi-lingua (fra le quali è presente l’italiano, che possiamo trovare qui). Giunto da poco alla versione 1.2 (non disponibile momentaneamente in lingua italiana), Flock ha alcune funzioni che rendono l’integrazione evidente. Basti pensare alla sua schermata iniziale, “My World“, che contiene tutti i contenuti e i link che abbiamo visitato, o ancora alla sezione amici, che indirizza verso i nostri contatti dei vari servizi web 2.0 ai quali siamo iscritti. Da citare è anche la comodissima sidebar di Account e Servizi, attraverso la quale ci appaiono disposti in modo ordinato e preciso link verso gli amici di MySpace e Facebook o YouTube.

Proprio questa barra risulta configurabile secondo le nostre esigenze, e possiamo quindi inserire ancora moltissimi altri servizi web 2.0.

Non pensiate però che gli sviluppatori abbiano reso la navigazione secondaria: Flock utilizza il motore di Mozilla, e, attraverso il suo motore di ricerca si possono installare varie estensioni, un po’ come in Firefox.

Ottima poi la board “Appunti Web“, che ci permette di incollare momentaneamente dei pezzettini di testo, link o immagini presi dal web. Un altro piccolo ma utile e simpatico dettaglio da sottolineare è sicuramente la Media Bar, attraverso la quale ci possiamo sbizzarrire nel guardare filmati di YouTube, senza aver effettuato l’accesso manuale nel sito digitando l’indirizzo nella barra degli indirizzi, in modo da velocizzare ancora una volta la navigazione e avere quindi una ottima integrazione con i servizi web 2.0.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *