Windowpaper XP per aggiungere uno sfondo personalizzato ad una cartella

Salve!!! Una caratteristica particolare abbiamo di cui abbiamo goduto da Windows 98 è stata possibile la capacità di cambiare lo sfondo di una cartella, nonché il colore del testo delle icone. Ciò contribuiva a rendere più semplice l’individuazione di ogni cartella e serviva a portare un tocco personale al PC.

Appena Windows XP è stato rilasciato, molti si sono accorti che Microsoft ha rimosso queste possibilità, in particolare l’amata funzione del cambiare sfondo alle cartelle.

Attraverso una semplice procedura, è abbastanza semplice per chiunque aggiungere uno sfondo di Windows XP ad una cartella, tuttavia, si la cosa diventa noiosa, soprattutto quando l’operazione deve essere svolta più volte.

Ed ecco che sbuca l’applicazione Windowpaper XP. Dall’interfaccia molto intuitiva, Windowpaper XP è semplice da usare. Basta selezionare la cartella che si desidera modificare, l’immagine di background ed il colore del testo.

Schermata d’installazione di Windowpaper XP

Funzione molto utile del software, è ad esempio la sezione di anteprima, attraverso la quale possiamo riscontrare le modifiche che stiamo effettuando, senza averle confermate.

I programmatori, hanno pensato anche all’opzione “Include Subfolders“, attraverso la quale è possibile trasformare non solo la cartella che stiamo prendendo in considerazione, bensì anche tutte le sottocartelle.

Inoltre, anche senza aprire direttamente Windowpaper XP, è possibile modificare la cartella attraverso la scorciatoia chiamata “Change Folder Background…” presente nel menù contestuale del tasto destro. Si avvierà il processo guidato per la modifica delle cartelle.

I requisiti minimi che il sistema deve rispettare sono molto bassi: 6 MB di RAM liberi (consigliati 32 MB), 5 MB di spazio ed infine Windows XP Home e Professional edition.

Link | Windowpaper XP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.