Come scansionare il Mac in cerca di virus

Salve!!! Scrivono gli sviluppatori dell’anti-virus ClamXav sulla sicurezza in OS X

<<Oggi, il numero di virus che attacca palesemente gli utenti OS X è … ZERO! Tuttavia, questo non significa che non dobbiamo controllare allegati di posta elettronica o download dal web, per due motivi. In primo luogo, non c’è alcuna garanzia che gli utenti Mac continueranno a godere dello status quo, ma ancora più importante, la maggior parte degli utenti del mondo usano macchine su cui gira MS Windows, per il quale esiste una enorme quantità di virus, quindi dobbiamo essere vigili nel controllo dei file che si passano ai nostri amici e colleghi.>>

Quindi, è necessario installare un anti-virus su Mac? A voi la risposta e di conseguenza la decisione di seguire la guida oggi descritta, che vi indicherà la strada per l’installazione dell’anti-virus ClamXav – uno scanner gratuito e aggiornato di frequente per OS X.

1. In primis, scaricare ClamXav. Una volta completato il download, aprire il file .DMG, e trascinare ClamXav verso la cartella Applicazioni;
2. ClamXav non è molto grande, dunque non richiede molto tempo il copia/installa;
3. Aprire una finestra di Finder. Selezionare il proprio nome utente dalla finestra di navigazione a sinistra, e andare su “Voci del menu contestuale” presente in “Libreria“. Tornare nella cartella dove “risiede” il file in .DMG e trascinare ScanWithClamXav.plugin verso la cartella precedentemente citata. Spegnere/Riavviare il Mac ed attivare il plugin;
4. Ora eseguire ClamXav dalla cartella “Applicazioni“. Verrà richiesto di installare l’anti-virus. Di conseguenza, fare clic sul pulsante “Install“;
5. Nella schermata introduttiva, fare clic su “Continue“;
6. Leggere la licenza d’uso, e fare clic su “Continue“;
7. Accettare nuovamente una volta richiesto;
8. Ora cliccare su “Install“;
9. Inserire la tua password quando richiesto, quindi fare clic su “OK“;
10. Ed ora ClamXav verrà installato;
11. Fare clic su “Close” una volta che il processo è completato;
12. Lanciare ClamXav dalle Applicazioni. Prima di avviare una scansione, consiglio di fare clic sul pulsantino “Update virus definitions“;
13. Non appena il processo di aggiornamento giunge al termine, vicino a “Status:” sarà possibile notare una notifica di conferma;
14. Aprire le preferenze di sistema attraverso il pulsante “Preferences“;
15. Nella scheda “General“, spuntare le opzioni che favoriamo. Ad esempio, io ho scelto di mettere in quarantena i file considerati “infetti“, anziché eliminarli in via definitiva, in caso questi fossero dei falsi positivi, cioè elementi segnalati dall’anti-virus come malware quando in realtà sono tutt’altro;
16. A seconda delle impostazioni attivate, è possibile ricevere un messaggio che segnala di non attivare alcune funzioni in determinati casi descritti nella notifica;
17. Selezionare la scheda “Internet“, e settare per bene tutte le opzioni presenti. Nel mio caso, ho scelto che ClamXav deve verificare la presenza di nuovi aggiornamenti ogni qual volta lo stesso anti-virus venga avviato;
18. Selezionare ora la tab “Schedule” (in italiano “Pianificazione“), attraverso la quale è possibile programmare scansioni ad un determinato orario e giorno;
19. Selezionare la scheda “Folder Sentry“, dalla quale è possibile aggiungere cartelle che devono essere costantemente monitorate da ClamXav (es. la cartella dei Download);
20. Rivedere le altre opzioni e fare tutti i cambiamenti che si ritengano opportuno. Fare quindi clic su “OK” quando tutte le impostazioni siano state opportunamente settate;
21. Tornare alla schermata iniziale di ClamXav e scegliere l’opzione “Choose what to scan…” [Se si tenta di selezionare l’intero disco di avvio, si otterà come risultato un errore. Quindi bisogna selezionare tutte le cartelle (tenere premuto il tasto Mela per selezionare più oggetti), sull’unità che si desidera sottoporre ad una scansione. Quindi, fare clic su “Open“.];
22. Finalmente, ora possiamo cliccare sul pulsante “Scan” che avvierà il processo di ricerca e dell’eventuale analasi di malware;
23. ClamXav farà una “rapida” (che non è veloce) scansione del disco rigido per determinare il numero di file che va a controllare;
24. E, solo dopo, una effettiva scansione avrà inizio.

25. A questo punto, la scansione potrebbe durare a lungo, a seconda della dimensione del disco rigido, il numero di file presenti su di esso, e la velocità generale del Mac. Dunque, il processo può richiedere molto tempo. Il tempo di una analisi completa, nel mio caso, è stato di 172 minuti e 31 secondi. Comunque, anche se ClamXav stava lavorando alla sua analisi, ho potuto lavorare tutto il tempo senza notare un notevole rallentamento. Tuttavia, non ho svolto lavori “pesanti“: non volevo un crash del sistema nel bel mezzo della scansione. Quindi, eseguire la scansione durante la notte, mentre solitamente si dorme, è probabilmente una buona idea;

3 commenti su “Come scansionare il Mac in cerca di virus”

  1. Non so cosa é successo al mio mac, quando vado su youtube e guardo un video non mi si carica completamente la pagina, non mi fa leggere i commenti e non riesco nemmeno a mettere il video in modalità cinema, ho provato in vari modi a “togliere” il problema, ma dopo ripetuti tentativi non ci sono riuscito, perfavore aiutatemi..

  2. scusate, ma sono nuovo nel mondo mac… che vuol dire (punto 3 della guida qui sopra) “attivare il plugin”? a me, appena provo ad aprirlo sto plugin, mi si blocca l’applicazione…
    grazie

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *