Come installare Snow Leopard con VirtualBox (versione 4) in Windows o Linux

Come installare Snow Leopard in Windows o Linux con VirtualBox (versione 4)

Aggiornamento

Ecco come installare Lion 10.7, il nuovo sistema di Apple, su Virtualbox.

Salve!!! Torno dalle vacanze con delle buone nuove.

Non avevo mai approfondito più di tanto la possibilità di una installazione “virtualizzata” di Snow Leopard. Stranamente, quest’oggi mi sono interessato all’argomento trovando così una più che esauriente guida, che è la fonte di ispirazione di questo articolo.

Inoltre, ho arricchito la procedura con nuovi passi e delucidazioni per via della nuova release di VirtualBox uscita proprio in questi giorni (la versione 4). E visto anche l’immenso gradimento che mi è stato dimostrato dalla precedente “Guida completa e definitiva per installare Snow Leopard in un normalissimo pc“, mi sono impegnato affinché tutto possa essere più comprensibile che mai.

Bando alle ciance, ecco la guida:

Indice


Premessa

Le premesse sono le stesse della guida principale (mi auto-cito 🙂 ):

Installare un sistema Apple in un qualunque computer non Apple, è illegale. Chi vuol seguire questa procedura, lo farà sapendo di violare la licenza d’uso. Questa guida, non vuole in alcun modo dare un incipit ad una violazione, bensì vuole documentare un semplice dato di fatto.

Mai cantare vittoria dopo essere riusciti ad installare Snow Leopard. Difatti, è tremendamente probabile che qualcosa non sarà funzionante. Ad esempio, la scheda di rete sembrerà essere morta, così come il componente audio, e così via. Alcuni di questi problemi posso essere risolti attraverso appositi kext, che è possibile definire come “una sorta di driver per Snow Leopard”. Se avete dei problemi, potete commentare qui su Sparkblog.org, oppure chiedere ad uno dei svariati forum che trattano questi argomenti, primo fra tutti InsanelyMac, punto di riferimento di tutto il progetto OSX 86.

N.B.: Una cosa importante da NON fare dopo aver effettuato l’installazione e tutte le varie configurazioni, è aggiornare software legati in qualche modo a Apple, come Snow Leopard stesso o iTunes/Safari. La società di Cupertino, come è giusto che sia, “blocca” tutti i sistemi che vengono rilevati non idonei o non originali per bloccare queste pratiche.

Dulcis in fundo, ricordiamo di prendere in considerazione che stiamo attuando una virtualizzazione del sistema, operazione che richiede ogni volta un uso tremendo di risorse di sistema, che vengono “sottratte” al nostro OS (Sistema Operativo) di riferimento. Per cui, la guida non è adatta a chi utilizza computer troppo datati (ovvero con meno di 2 GB di RAM ed almeno un Processore Dual-Core).


Aggiornamento

Ecco come installare Lion 10.7, il nuovo sistema di Apple, su Virtualbox.


Cosa serve

Gli strumenti che utilizziamo, sono essenzialmente tre:

1. La ISO “Snow Leopard 10.6.1-10.6.2 SSE2/SSE3 Intel AMD” (di cui abbiamo già discusso qui). Qui troviamo la pagina “ufficiale” del progetto dai quali è possibile reperire il torrent “Snow Leopard 10.6.1-10.6.2 SSE2/SSE3 Intel AMD” (usare la funzione cerca del browser per localizzarla alla svelta). Attenzione a non scaricare il torrent della versione server.

[Qualora il sito web fosse in down o comunque non più reperibile, è possibile cercare il torrent tramite i motori TorrentZ, Sumo Torrent oppure usare il solito Google. LA ISO ha un peso di 4,37 GB]

2. L’ultima versione disponibile di VirtualBox, software gratuito e opensource che consente la virtualizzazione di praticamente qualunque sistema operativo rivolto al pubblico. Qui troviamo il sito web ufficiale.

Una volta scaricato, installare VirtualBox e tenersi pronti per la sua configurazione.

3. Tanta Pazienza 😀


Creazione della Macchina Virtuale per Snow Leopard

Questi sono i passaggi principali, per cui non perdiamo d’occhio nemmeno una delle opzioni da spuntare o disattivare, altrimenti l’installazione potrebbe non avviarsi.

In primis, creiamo una nuova Macchina Virtuale cliccando sull’icona “Nuova“…

Nuova Macchina

… digitiamo il nome della macchina virtuale da creare…

Creazione 1

… scegliere la quantità di RAM da offrire al sistema (personalmente ho dato 1800 MB, ma 1024MB dovrebbero bastare)…

Creazione 2

… in questa fase bisogna creare un Disco Rigido per Snow Leopard. 20GB dovrebbero essere sufficienti. La confusione, può scaturire dalla scelta fra “dinamico” e “statico“. Scegliendo “Dinamico“, il disco si espanderà man mano che i 20GB (o quel che sono) saranno occupati, mentre “Statico” crea un blocco vero e proprio con dimensione fissa di 20GB.

Non importa quale si sceglie, entrambi sono validi alla stessa maniera. Personalmente, ho scelto “Dinamico” per evitare di occupare troppo spazio.

Creazione 3

Completata dunque la creazione della macchina virtuale, tocca ora impostare la macchina virtuale per farle ospitare il Leopardo Bianco.

Impostazioni della macchina virtuale

Ci tocca ora impostare la macchina virtuale, in modo che Snow Leopard possa abitarci comodamente. Per farlo, selezioniamo con il mouse la Macchina Virtuale che abbiamo appena creata e clicchiamo sull’icona “Impostazioni“, vicino a “Nuova“.

A questo punto, selezioniamo “Sistema” dalla porzione sinistra della finestra. Come mostrato dall’immagine in basso, prestiamo attenzione che il chipset usato sia il “PIIX3” (e non “ICH9“, come selezionato di default) e che la funzione “Abilita EFI (solo alcuni sistemi operativi)” sia disabilitata.

Impostazioni Sistema 1

Sempre in “Sistema“, scegliamo la scheda “Processore” e digitiamo “2” per dare al Snow Leopard i due processori che sono necessari per funzionare correttamente.

Impostazioni Sistema 2

Clicchiamo su “Schermo” e diamo a Snow Leopard 32MB (o più) di Memoria Video.

Impostazioni Schermo

Rechiamoci in “Archiviazione” e lì, selezionando il lettore CD/DVD, clicchiamo sull’icona evidenziata nell’immagine sotto e quindi scegliamo di caricare “Snow Leopard 10.6.1-10.6.2 SSE2/SSE3 Intel AMD.iso“.

Impostazioni CD/DVD

Infine, selezioniamo la scheda “Audio” e qui scegliamo come “Controller Audio” -> “ICH AC97“.

Impostazioni Audio

Ecco finite le impostazioni!


Aggiornamento

Ecco come installare Lion 10.7, il nuovo sistema di Apple, su Virtualbox.


Installazione Snow Leopard

Siamo a metà del cammino! Abbiamo quasi finito. Per una serie di immagini esplicative e una comprensione più approfondita di questa fase, consiglio la lettura della precedente guida. Infatti, la procedura è praticamente identica, tranne qualche differenza che verrà qui citata.

Ecco un buon video che mostra l’installazione (grazie davy):

Occhio alle differenze 😉 Meglio evitare di installare i kext per la scheda video.

Avviamo la macchina virtuale e premiamo il tasto “F8” da tastiera. Digitiamo quindi “-v” (solitamente, essendo tutto pre-configurato per tastiera americana, noi italiani dobbiamo premere i tasti “?v“, per avere come risultato finale “-v”) e aspettiamo che il sistema ci catapulti verso la scelta della lingua.

Scegliamo l’italiano. Se non si riesce a spostare il mouse, allora usiamo la tastiera premendo “Ctrl + I”. In alto a sinistra, apriamo il menù “Utility” e scegliamo l’opzione “Utility Disco“. Quindi, selezioniamo nella sezione a sinistra l’hard disk per Snow Leopard quindi clicchiamo sulla scheda “Inizializza“.

Scegliere, nella menù a tendina “Formato Volume” della scheda “Inizializza“, “Mac OS esteso (Journaled)” e quindi dare un nome simile a “Snow Leopard OSx86” (o qualsiasi altra cosa che fa intuire chi dorme in casa). Diamo quindi il via al processo cliccando sul pulsante “Inizializza” (per due volte) e chiudere “Utility Disco“.

Diamo l’OK a tutte le finestre finché non ci troviamo davanti alla selezione del disco. Avremo da compiere l’ardua scelta della partizione in cui installare Snow Leopard. Sono così tante, vero? 🙂 Dopo tanta fatica è pronta, basta selezionarla dalla finestra e cliccare su “Continua“.

La schermata successiva ci porta ad analizzare il “Riepilogo installazione“, dove è necessario fare delle piccole modifiche, per ingranare la giusta marcia ed installare Snow Leopard. Clicchiamo quindi su “Personalizza“.

Cosa spuntare?

Chi ha processore AMD

Aggiornamenti 10.6.1 e 10.6.2;
In “Kernel“, scegliere “Kernel Legacy“;
In “System Support“, spuntare le patch AMD“;

Chi ha processore Intel

Aggiornamenti 10.6.1 e 10.6.2;
Più in basso, in “Bootloaders“, spuntare l’ultima versione di “Chameleon“;
In “Kernel“, scegliere “Kernel Legacy“;

Benissimo. Conclusa quest’ultima operazione, ritorniamo al “Riepilogo installazione” cliccando su “Fine“, e poi su “Installa“. Prima dell’installazione vera e propria, si avvierà un inutile controllo del disco. Per evitare di perdere ulteriore tempo e di consumare altra preziosissima pazienza, clicchiamo su “Ignora“.

L’installazione vera e propria si è conclusa.
Tutto questo nella sezione successiva, che spiega fatti e fattacci della “Post-Installazione“.


Aggiornamento

Ecco come installare Lion 10.7, il nuovo sistema di Apple, su Virtualbox.


Post-Installazione

Completata l’installazione, togliamo dal lettore virtuale l’ISO “Snow Leopard 10.6.1-10.6.2 SSE2/SSE3 Intel AMD“, completiamo la semplice procedura guidata (qui la guida step-by-step) e godiamoci Snow Leopard 😀

Come risolvere il problema della risoluzione?

1. Avviare la macchina virtuale;

2. Aprire /Library/Preferences/SystemConfiguration/com.apple.Boot.plist nell’editor di testo;

3. Digitare

<key>Graphics Mode</key>

<string>1280x1024x32</string>

1280x1024x32 – è la risoluzione. Digitare la risoluzione che più si adatta al nostro monitor;

N.B.: Snow Leopard virtualizzato supporta soltanto le misure standard 4:3. Sono dunque accettate misure come 1280×1024, 1024×768 o 800×600.

Il mio file è strutturato così:

File Risoluzione

4. Selezionare “Salva con nome” nell’editor di testo e salvarlo sul desktop o da qualche altra parte;

[Assicuriamoci di salvare con il “.plist“]

5. Copiare (o trascinare) il file dal desktop al com.apple.Boot.plist presente in /Library/Preferences/SystemConfiguration/ o /Extra, e dare l’OK per la sostituzione inserendo la password;

Finito!

Come risolvere il problema dell’audio?

Basta installare questo pacchetto e riavviare il sistema 😀

[Qualora il file non fosse più raggiungibile, questa è la discussione principale nel forum ufficiale di VirtualBox]

Come installare la lingua italiana?

Qui la procedura passo per passo 🙂

Come aggiornare Snow Leopard alla versione 10.6.6 (o superiore)?

Ecco descritti qui tutti gli accorgimenti da prendere per aggiornare alla versione 10.6.6 (o superiore).

Come condividere una cartella in Snow Leopard su Virtualbox

Cartella Condivisa in Snow Leopard

Leggi qui la guida 😉

Aggiornamento

Ecco come installare Lion 10.7, il nuovo sistema di Apple, su Virtualbox.

320 commenti su “Come installare Snow Leopard con VirtualBox (versione 4) in Windows o Linux”

  1. ciao,una domanda,un amico mi ha dato il suo dvd per provare ad installare su vm snow leopard.è una cosa fattibile,o solo tramite iso?
    in realtà il dvd,sembra piu un dvd di ripristino,piuttosto che un vero e proprio dv di installazione.e il mac,è un macbook,non fisso.
    grazie per eventuali risposte.

  2. Mi da un problema dopo che digito -v escono delle riche di testo tra cui not an intel not fixes patch. nella guida la patch si può spuntare solo dopo l’installazione ci sarebbe un altro metodo di boot che supporti intel? Il pc dovrebbe reggere tranquillamente il tutto visto che l’ho assemblato a gennaio ho un amd-fx 6200 @ 4.140 ghz 8 giga di ram 1 tera di hd e una radeon 6870

  3. Ciao a tutti, bella guida solo che mi son bloccato a scegli una destinazione dove installare mac, è tutto vuoto nessuna opzione da scegliere solo indietro. é come se non vedesse l’hard disk o la partizione

  4. Pingback: Guida completa e definitiva per installare Snow Leopard in un normalissimo pc | Infoland News & Download – L'Informazione Libera ed Indipendente
  5. ciao, ho un problema per quanto riguarda la risoluzione del video.
    lo apro con “text edit” scrivo tutte le stringhe ma poi non me lo fa salvare, come faccio?

    grazie in anticipo

  6. GRAZIEEEEEEEEEE!! Anche se la riuscita è stata merito di una mia intuizione grazie! Ne approfitto per ricordare a tutti che per virtualizzare il multicore è necessario attivare la funzione dal BIOS. Per me che ho un Quad AMD avevo nelle “Avanzate” del BIOS “AMD-v disabled” perché HP suggeriva di attivarlo solo con software certificato…
    cmq col nuovo virtualbox si può creare l’hard disk in formato VMware Player, anche se non so cosa succede, forse un giorno proverò!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *