Come migliorare le prestazioni di Windows [#1] – Ridurre gli effetti visivi

Questa potrebbe essere una serie di articoli per coloro che hanno un PC le cui performance non sono delle migliori, vuoi per l’hardware che vi è installato, vuoi per la “spazzatura” che nel corso del tempo è stata accumulata.

Il primo consiglio è il migliore per chi fa parte della prima categoria, ovvero un PC con un hardware non proprio al passo coi tempi. Vale comunque in generale per tutti quelli che preferiscono avere un PC scattante, piuttosto che tutta la bella grafica Aero/Metro di cui è stato riempito Windows a partire da Vista.

Inoltre, è la soluzione del fastidioso problema relativo al processo dwm.exe, proprio quello che si occupa della gestione delle finestre, che talvolta consuma tantissime risorse quando si collegano al PC più schermi, abbassando notevolmente le prestazioni. Per risolvere l’annoso problema:

1. Aprire una cartella qualunque e cliccare con il tasto destro su “Questo PC” nella barra a sinistra e scegliere “Proprietà” (se non è presente, click sulla scheda “Visualizza” -> “Riquadro di Spostamento“, quindi abilitare il riquadro);
2. Cliccare sul pulsante “Impostazioni di Sistema avanzate” nella sezione destra, quindi scegliere “Impostazioni” nella sezione “Prestazioni” della scheda “Avanzate“;

3. Nella nuova finestra aperta, aprire la scheda “Effetti Visivi“, quindi spuntare “Regola in modo da ottenere le prestazioni migliori” o su “Personalizzato” per selezionare gli effetti che vogliamo mantenere. L’unico effetto visivo che utilizzo è “Smussa gli angoli dei caratteri dello schermo“, in quanto davvero utile per la salute dei miei occhi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *